Magazine

Sentenza amianto storica: vittime dell’eternit come vittime del terrorismo

La settimana scorsa, in tema di eternit e inquinamento, il nostro paese ha ottenuto una sentenza amianto storica, che per la prima volta ha equiparato le vittime di queste pericolose fibre, riconosciute come vittime del dovere, alle vittime del terrorismo.

In particolare, si fa riferimento al caso di S.A. che, negli anni ’70, aveva prestato servizio come marinaio di leva a Luni, vicino a La Spezia: nel 2001, a soli 55 anni, l’ex militare era stato vittima di un mesotelioma pleurico, lasciando la moglie e una figlia ancora minorenne.
In quasi diciotto anni di battaglie legali, la famiglia e l’avvocato di parte civile – nonché presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto – Ezio Bonanni sono riusciti a dimostrare che non solo all’interno della base di Luni, ma anche in altre basi della Marina Militare e a bordo di alcuni elicotteri è presente l’amianto: l’esposizione prolungata di S.A. a questo materiale ha, quindi, causato l’insorgere della grave patologia che lo ha ucciso meno di 30 anni dopo.

La Marina, condannata in sede civile, dovrà inviare ai familiari di S.A. un assegno mensile, mentre sia la moglie che la figlia potranno godere di agevolazioni lavorative, compreso il prepensionamento.
In sede penale, invece, sarà molto più difficile ottenere lo stesso successo, considerato che sarebbe necessario riuscire a individuare senza dubbi dei responsabili, anche fra militari ormai deceduti.

La sentenza riapre una vecchia ferita legata alla presenza di un numero altissimo di militari malati oppure deceduti a causa di materiali pericolosi: nel febbraio dell’anno scorso, per esempio, si stimava che – solo in Marina – fossero circa millecento i soldati malati oppure morti in relazione all’esposizione all’uranio impoverito. Il cancro da amianto è noto, però, già dagli anni ’60: in tutto il mondo le reazioni e le bonifiche sono arrivate molto tardi.
La speranza è che la lotta della famiglia di S.A. possa aiutare tante vittime e tantissimi familiari, che ogni giorno cercando di far comprendere e far riconoscere queste patologie.

La lotta all’amianto non si ferma mai. A livello nazionale ogni Regione sta adottando regole di sicurezza e finanziamenti mirati...
A due mesi dall'inizio dell'anno, torniamo a parlare degli incentivi disponibili per tutti coloro che si impegnano nello smaltimento dell'eternit...
Con l’arrivo del nuovo anno, nuovi incentivi ed agevolazioni si prospettano per chi necessita di rimuovere l’amianto dai propri edifici...