Magazine

AMIANTO: ALLARME MILANO

Il recente articolo sul corriere della sera mette in evidenza come nella sola regione lombarda, negli ultimi 7 anni ci siano stati circa 4.400 casi di mesotelioma da esposizione diretta (nel 65% dei casi) e indiretta (circa 2% per esposizione familiare) all’amianto.
Nel caso dell’esposizione familiare, le fibre depositate sui vestiti del lavoratore possono essere infatti inalate dai familiari conviventi.
Il mesotelioma è un tumore polmonare, in particolare della pleura, che può manifestarsi anche dopo decenni dalla inalazione del materiale tossico: al momento non esistono cure adeguate per contrastare questa malattia.
Nella sola città di Milano,secondo i rilevamenti dell’Osservatorio Amianto, le famiglie a rischio sono quantificate in circa 2500: la significativa presenza di absesto sia nelle strutture pubbliche che private, rende la situazione alquanto allarmante.
L’amianto infatti è stato bandito solo nel 1992, ma fino a quella data, è stato largamente impiegato per la costruzione di tetti, rivestimenti isolanti e impianti, fino a che non si è certificata la sua pericolosità per la salute. Per legge non è più possibile estrarre, vendere o importare questo minerale.
Le procedure di eliminazione sono piuttosto costose, soprattutto perché prevedono il passaggio tra diverse discariche autorizzate per effettuarne la sepoltura.
L’importo totale necessario per la bonifica amianto nella città di Milano è stato stimato in circa 100.000.000 di euro, soprattutto grazie alla presenza di circa 800 siti nella sola zona cittadina.
La mappatura delle zone in cui è presente il minerale, viene effettuata dall’Arpa, (agenzia regionale per la protezione dell’ambiente), che confronta le varie aree per verificare la percentuale di rimozione a distanza di circa 5 anni.

La ditta Mario Taddei Srl si occupa di bonifica amianto a Milano, Torino e province correlate, effettuando sopralluoghi gratuiti per la valutazione delle condizioni degli edifici e gli interventi migliori da effettuare, caso per caso.
La bonifica, al momento, risulta la procedura più economica ma non definitiva: l’incapsulamento e il rivestimento delle parti da trattare, sono solo temporanee e non sono indenni da lesioni dovute ad eventi atmosferici o al passare del tempo, inoltre i monitoraggi periodici incidono molto sul budget.
In caso di edifici abitati, comunque, la bonifica rimane uno degli interventi più utilizzati, soprattutto quando riguarda piccole parti architettoniche, come per esempio una colonna.
La ditta Mario Taddei è iscritta all’Albo Nazionale Gestori Ambientali con il n° TO01841 nella categoria 10B classe C, e, nel rispetto delle norme vigenti, in accordo con le ASL locali secondo l’articolo 12 comma 5 della legge 257/92, effettua preventivi gratuiti in qualsiasi zona del nord Italia.
I prodotti di alta qualità utilizzati, i servizi offerti con cura, la costante formazione del personale e la perfetta gestione della sicurezza nei cantieri, fanno dell’azienda il top della professionalità da più di 40 anni.

A due mesi dall'inizio dell'anno, torniamo a parlare degli incentivi disponibili per tutti coloro che si impegnano nello smaltimento dell'eternit...
La settimana scorsa, in tema di eternit e inquinamento, il nostro paese ha ottenuto una sentenza amianto storica, che per...
Con l’arrivo del nuovo anno, nuovi incentivi ed agevolazioni si prospettano per chi necessita di rimuovere l’amianto dai propri edifici...